News

Il BIOL sbarca a Ostuni

Written febbraio 14th, 2017
Il BIOL sbarca a Ostuni

   

Il Premio Biol per la prima volta a Ostuni
Iscrizioni degli oli biologici fino al 28 febbraio

                               

Dal 18 al 20 marzo l’ex macello della Città bianca ospiterà la XXII edizione del concorso tra i migliori oli extravergini biologici al mondo

OSTUNI (Br) – Torna il Premio Biol, l’evento che pone a confronto in Puglia i migliori oli biologici dei vari continenti. E torna con la sua vocazione itinerante, ma radicata al territorio, organizzando la sua XXII edizione – dopo le precedenti a Bari, Andria e l’ultima a Lecce – per la prima volta nel brindisino, nella scenografica Ostuni.

Organizzato dal CiBi, ente promotore con l’assessorato all’Agricoltura delle Regione Puglia e la Camera di Commercio di Bari, l’evento internazionale vedrà l’ex macello della Città bianca trasformarsi, dal 18 al 20 marzo, nella Cittadella del Biol, con appuntamenti culturali, gastronomici e tecnici ad affiancare il concorso, ormai punto di riferimento per le eccellenze dell’olivicoltura bio internazionale. Il tema di questa edizione è racchiuso nel payoff Make the difference, titolo anche del convegno internazionale che marcherà le sostanziali diversità – di gusto, salutistiche, ambientali – tra l’Evo convenzionale e quello biologico, all’insegna di un futuro sempre più differenziato.

Le iscrizioni sono in corso: le aziende che producono, imbottigliano o commercializzano olio extravergine biologico possono continuare a iscriversi – e, cosa importante, far giungere i campioni – entro il 28 febbraio via web su www.premiobiol.it, o contattando il CiBi-Consorzio Italiano per il Biologico: info@premiobiol.it; tel. 080 5582512.

A fine kermesse la giuria – costituita da esperti provenienti dalle diverse regioni olivicole del mondo – assegnerà vari riconoscimenti, tra cui: il Premio Biol, rivolto al migliore olio extravergine biologico imbottigliato all’origine e pronto per la commercializzazione; il BiolPack al miglior packaging, ossia il confezionamento di prodotto con il migliore design e l’etichettatura più chiara, più vari riconoscimenti territoriali e tematici, come il BiolKids, riservato ai giovani palati delle scuole elementari.

Il Premio Biol è patrocinato da Ministero delle Politiche agricole, Ifoam e AgribioMediterraneo. Partner: Comune di Ostuni, Ente Parco delle Dune Costiere, Gal Alto Salento, Università di Bari e di Foggia, Associazione Dialoghi Fluidi, Fondazione Dieta Mediterranea, Itas Pantanelli di Ostuni, Chemiservice, Consorzio Puglia Natura, Biolitalia, Rete Utile Buono e Bio.

 

 

Ufficio Stampa: Fabio Nardulli – 339 1307311 – stampa@premiobiol.it

Biolincontra

Written gennaio 18th, 2017
Biolincontra
Biolincontra

Biolincontra è il tour che lo staff di Premio Biol dedica ai produttori olivicoli pugliesi della propria rete. Dal 24 al 27 gennaio, dal Salento al foggiano per incontrare i produttori e insieme fare il punto sulla campagna olivicola appena conclusa. L’occasione sarà preziosa anche per illustrare le progettualità per l’ anno a venire e le nuove opportunità di promozione commerciale su scala locale e nazionale offerte dalla nostra rete. Agli incontri interverranno Nino Paparella – Presidente Premio Biol, Anna Neglia e Alfredo Marasciulo - referenti del Panel Premio Biol e Fabio Triggiani - responsabile area fiere ed eventi Biol Italia.

Scopri il calendario!

 biolincontra A4 (1)-page-001

I Vincitori del Biolnovello 2016

Written dicembre 7th, 2016
I Vincitori del Biolnovello 2016

 


Ragione Sociale Nome commerciale Medaglia
Az. Agr. Biologica Quattrociocchi Americo OLIVASTRO 1° Classificato
Agrestis Soc. Coop. Agricola BELL’OMIO 2° Classificato
Almazaras De La Subbetica S.L. RINCON DE LA SUBBETICA HOJIBLANCO 3° Classificato
Az. Agr. Uliveto Srl GRANDI Extragold
Frantoi Cutrera PRIMO Extragold
Olivar De Segura ORO DE GÉNAVE PREMIUM Extragold
Shkalla SHKALLA Extragold
Risca Grande L.D.A. OLIVAL DA RISCA RESERVA DA FAMILIA Extragold
Conserva Donato MIMI’ OGLIAROLA Extragold
Az. Agr. Fattoria Sant’ Anastasia TENUTE VASODONNA NOCELLARA ETNEA Extragold
Masoni Becciu di Deidda Valentina ISPIRITU SARDU Extragold
Terraliva TERRALIVA CHERUBINO Extragold
Az. Agr. La Ranocchiaia MORAIOLO Extragold
Az. Agr. Caputo Maria GRAN PREGIO Extragold
Tenute Librandi Pasquale LIBRANDI  MONOCULTIVAR NOCELLARA DEL BELICE Extragold
Centaurs Olive Groves CENTAURS di Angelos  Spyropoulos Extragold
Soc. Agr. Valcannetta S.S. TESORO D’OLIVA Extragold
Az. Agr. De Palma Fabio OLIO DE PALMA CORATINA Extragold
Conserva Donato MIMI’ CORATINA Extragold
Accademia Olearia Srl BIODOP SARDEGNA FRUTTATO ACCADEMIA OLEARIA 75 CL Extragold
Agrestis Soc. Coop. Agricola NETTARIBLEO DOP/BIO Extragold
Az. Agr. Rosso Giuseppe VILLA ZOTTOPERA Extragold
Almazaras De La Subbetica S.L.

Castillo de Canena Olive Juice

RINCON DE LA SUBBETICA PICUDO

BYODINAMIC PICUAL

Extragold

Extragold

As Pontis Agropecuaria Carrasco S.L.

Tzortzis Michael

VIEIRU ORGANIC PDO GATA- HURDES

OLVIA GREEN

Extragold

Extragold

CON.OIL SAS di Converso Guglielmo  & C. RISERVA Gold
 Az. Agr. Michele Lobascio TERRADIVA ALLEGRO Gold
Terraliva TERRALIVA NOCELLARA ETNEA Gold
Az. Agr. Uliveto S.R.L. SCISCI Gold
 Masoni Becciu di Deidda Valentina MASONI BECCIU Gold
Domenico Manca Spa SAN GIULIANO Gold
Indivegil S.L. Almazara Quaryat Dillar QUARYAT ECOLOGICO Gold
Noan NOAN CLASSIC Gold
Az. Agr. Monterisi Nicola MONTERISI Gold
Tenuta Piantatella di Galiulo Domenico RAMOSCELLO Gold
Az. Agr. Serrilli Pia Gloria SERRILLI 1885 Gold
Terraliva TERALIVA NOCELLARA DEL BELICE Gold
Sas Agricola Virzi di Giuseppe e Mariaconcetta L’OLIO DI CASA VIRZI’ Gold
Frantoio Gatto di Gatto Biagio FIL D’ORO Gold
Aceite Artajo ARTAJO KORONEKI Gold
Raffaele Piano PIANO PERANZANA Silver
Az. Agr. Fattoria Sant’ Anastasia TENUTA VASADONNA Silver
Spagna Ecolibor ECOLIBOR COUPAGE Silver
Tenute Pojana ARMONIA Silver
Francesco Tricarico COLTIVARTI Silver
Az. Agr. Luigi Guadalupi SANTA SUSANNA Silver
Enzo Olive Oil Company ENZO DELICATE Silver
Masik Magal MASIK MAGAL PICUAL Silver
Az. Agr. La RiservaBio di De Rossi Anna Maria RIVELLINO Silver
La Casa del Vento di Pasquale Di Lena L’OLIO DI FLORA Silver
Forte valente F’OLIO PERANZANA Silver
Az. Agr. Monterisi Nicola RICERCA Silver
Az. Ag. De Palma Fabio DE PALMA SILLETTA Silver
Az. Agr. Fattoria Sant’ Anastasia TENUTA VASADONNA CUSTERA Silver
Aceite Artajo ARTAJO MANZANILLA CACERENA Silver
Sakellaropoulos Organic Farming FYLLIKON Silver
The National Agricultural Devleopment Co. NADEC Silver

BiolItalia conferma il suo impegno per il Biofach 2017

Written dicembre 6th, 2016
BiolItalia conferma il suo impegno per il Biofach 2017

BiolItalia conferma anche quest’anno il suo impegno per il Biofach con oltre 350 mq al servizio delle aziende socie. La fiera internazionale del biologico è in programma dal 15 al 18 febbraio prossimo a Norimberga. Giunta ormai alla 27^ edizione, con i suoi oltre 1200 espositori e più di 21.000 visitatori del settore, BIOFACH rappresenta la più importante fiera del biologico in Europa e nel mondo con grandi risultati:

  • il 93% degli espositori raggiunge i suoi clienti target;
  • il 92% stabilisce nuove relazioni commerciali;
  • l’85% ottiene ottimi risultati nel post-fiera;

Nel 2016 ben 48.533 visitatori provenienti da 130 paesi hanno affollato a Norimberga i padiglioni del BIOFACH, il Salone Leader Mondiale degli Alimenti Biologici, di VIVANESS (Salone Internazionale della Cosmesi Naturale), al suo 10° anniversario.

La superficie netta di circa 47.000 mq è stata occupata da 2.575 espositori, 250 dei quali al VIVANESS.

Una chiusura tutta in positivo, quindi, che ha confermato il bilancio in crescita di un settore che coinvolge sempre più acquirenti: nel 2015 la cifra spesa dai nuclei familiari tedeschi per gli alimenti biologici è salita all’incirca di un 11% rispetto all’anno precedente, per un fatturato che ha superato gli 8 mld di euro.

Bene anche il mercato della cosmesi naturale che, secondo un sondaggio svolto da naturkosmetik konzepte, GfK, IRI, IMS Health e BioVista, ha registrato un incremento del 10% e un fatturato pari a oltre 1 mld di euro.

Numeri che non stupiscono se si considera che il mercato globale dei prodotti bio nel 2014 è stato di 60 mld di euro.

Sono 25 le aziende associate a  BiolItalia che saranno presenti nel padiglione 4 blocchi 211,219, 225 dedicati al food e 6 le aziende BiolItalia presenti al Vivaness nel padiglione 7 A blocco 511.

Confermata la formula con spazio Cucina dedicato ai prodotti biologici pugliesi e l’evento Blue night .

Responsabile della fiera per Biolitalia: FABIO TRIGGIANI (tel. +39 3289794432)

Proclamati a Bologna i Vincitori del Premio Biolnovello 2016 : olio e miele

Written novembre 28th, 2016
Proclamati a Bologna i Vincitori del Premio Biolnovello 2016 : olio e miele

 

podio

Con la proclamazione del miele e dell’olio si è concluso domenica l’evento Bionovello 2016 che ha celebrato a Bologna la sua terza edizione a cui hanno partecipato, in qualità di finalisti, un centinaio di produttori di tutto il mondo. Molta strada è stata percorsa da questa manifestazione da quando nel 1996 furono sedici i primi produttori di olio extravergine d’oliva biologico a presentarsi alla prima edizione del premio BIOL e il successo andò a un olio argentino, prodotto da Fernando Neves, un giovane produttore di Cordoba, che si era formato studiando proprio all’Ateneo di Bologna.

La giuria degli assaggiatori non ha avuto dubbi nel definire tutti i finalisti in lizza quest’anno degni di vincere il premio: alla fine lo scarto di punteggio è stato davvero minimo. Ecco allora i vincitori:

  1. Primo posto all’Azienda laziale Quattrociocchi con il suo Olivastro, monocultivar Itrana.
  2. Secondo posto del podio all’azienda siciliana Agrestis con il suo Bell’Omio con varietà prevalente della cultivar  tonda iblea.
  3. Terzo classificato lo spagnolo Rincon de la Subbetica – dop “Priego de Cordóba” monovarietale hojiblanca.

In dettaglio le attività più salienti della manifestazione:

Educare al biologico. L’impegno di BIOL Italia è volto a formare una classe di consumatori che sappia riconoscere l’olio di qualità. Per colore, per sapore e per caratteristiche di acidità. Con questo obiettivo ad aprire i lavori della terza edizione sono stati i laboratori sensoriali  rivolti agli studenti del terzo e quarto anno dell’istituto tecnico agrario Serpieri e alla scuola primaria , presso la scuola Viscardi. Bambini di quinta elementare che hanno seguito con molta attenzione le spiegazioni degli esperti nell’analisi sensoriale dei prodotti e sono stati diretti protagonisti degli assaggi. Individuando aromi e sapori che possono variare, ognuno di questi preziosi e limpidi prodotti presenta  fruttati differenti.

Comitato BIOLMEDIA. Presso una saletta del ristorante La Torinese, sotto il voltone di Palazzo Re Enzo, si è insediata la giuria speciale dei giornalisti. Con la partecipazione di Daniela Utili, Luisa Colombo, Matteo Alvisi, Mauro Bassini, Duccio Caccioni, Antonio Farnè, Lorenzo Frassoldati, Alessandro Goldoni, Giancarlo Roversi e Lorenzo Tosi. Il presidente di BIOL  Paparella ha introdotto i lavori della commissione coadiuvato da Alfredo Marasciulo, Capo Panel del Comitato di assaggio. Sono stati dunque assaggiati alcuni degli olii finalisti del premio, in modo da spiegarne le caratteristiche sensoriali. Biolmedia ha premiato non solo l’olio con il packaging più invitante e l’etichetta più leggibile ma anche quello che hanno ritenuto migliore per le caratteristiche gustative. Il premio speciale biolmedia è andato quindi all’olio greco CENTAURS presentato d Angelos  Spyropoulos.

Non solo olio. Si sono anche conclusi i lavori della giuria di BIOLMIEL, analogo concorso rivolto ai produttori di miele in rappresentanza di sette Paesi .

Per il concorso BIOLMIEL, per i mieli uniflorali e primo classificato in assoluto, il miele di melata di Metcalfa dell’ Az. Alberto Pesavento di Pordenone con un punteggio d’eccezione: 100/100 punti. Per gli stranieri, primo posto al miele di melata di quercia prodotto dall’azienda greca Melisses oi Magisses.

Per la categoria millefiori, primo posto italiano all’Az. Agricola Ventimiglia; primo tra gli stranieri, e secondo per punteggio per questa categoria, lo spagnolo dell’azienda La Abeja del Guanche.

“Il nostro intento – ha detto Paparella – è stato chiaramente quello di dimostrare che con il nome di “biologico” si possono realizzare prodotti non solo sani ma anche di gradevolissimo gusto. La qualità italiana è indiscussa ma, seguendo le regole, ovunque si possono produrre oli e mieli di grande qualità”.

Fare l’olio. E’ stato installato il frantoio, in piazzetta Pasolini, in modo da invitare i bolognesi a provare la tecnica per fare l’olio. E sono scattati i corsi per avvicinare all’analisi sensoriale di olio e miele biologico, attraverso il profumo prima di tutto, e poi mediante lo “strippaggio”, che consiste nell’inspirare aria con una suzione prima lenta e delicata, e poi via via più vigorosa nel palato in modo da vaporizzare l’olio in tutto il cavo orale.

Open Bar di olio e miele.

L’esercizio sensoriale non ha rappresentato nell’edizione bolognese una pratica esclusiva per i giurati, ma anche per studenti, bambini e pubblico in generale. Sono stati infatti predisposti un Bar dell’olio e uno del miele presso la Manifattura delle Arti permettendo così ai cittadini di Bologna di poter scoprire questi due prodotti, anche durante il Mercato della Terra che si è tenuto sabato 26 presso questa sede. Durante gli eventi si sono susseguiti anche mini-corsi gratuiti di avvicinamento all’analisi sensoriale di olio e miele biologico.

 

Le eccellenze internazionali targate BIOL a Bologna

Written novembre 22nd, 2016
Le eccellenze internazionali targate BIOL a Bologna

Con le eccellenze internazionali targate BIOL, Bologna è capitale dei prodotti di qualità: olio d’oliva e miele biologico 

 BOLOGNA – Dopo essere stata capitale del cioccolato, Bologna si appresta a vivere un altro intenso week end all’insegna dei prodotti di qualità, del buon cibo e del benessere.

Sotto alle due torri, infatti, si dà appuntamento – per la terza edizione, dal 25 al 27 novembre – il premio internazionale Biolnovello, vetrina dell’eccellenza non solo italiana nella produzione dell’olio di oliva biologico novello. Al premio Biolnovello 2016 hanno partecipato 120 olii, provenienti da nove Paesi: Albania, Grecia, Arabia Saudita, Australia, Israele, Italia, Portogallo, Spagna e Stati Uniti.

A questo premio internazionale è abbinato BiolMiel 2016, omologa manifestazione rivolta ai produttori di miele biologico. 160 in questo caso i partecipanti in rappresentanza di produttori di sette bandiere: Croazia, Grecia, Regno Unito, Italia, Turchia, Slovenia e Spagna.

La storia. Il premio Biolnovello è l’ultimo nato nella famiglia del Premio Biol che mostra le eccellenze internazionali in materia di produzione di olio biologico d’oliva da oltre 20 anni ed è nato ad Andria, in Puglia. Presidente del Premio Biol è Gaetano Paparella che con l’ Associazione Biol Italia organizza la tre giorni bolognese.

La tre giorni di Bologna

Il programma prevede tre intense giornate, volte a far conoscere l’olio biologico d’oliva novello a un pubblico di tutte le età.

Sono infatti previsti laboratori, conferenze, degustazioni, corsi, e verrà installato un frantoio in centro perchè i bolognesi possano toccare con mano come si fa l’olio d’oliva. Accanto all’olio anche il miele biologico con cui si parte proprio venerdì 25 novembre, alle 9, quando nella sede del Crea Api, storico ente di riferimento dell’apicoltura italiana, si insedierà la giuria internazionale BioMiel.

Educare al gusto.  Alla stessa ora gli studenti della scuola primaria e delle scuole medie superiori di Bologna daranno vita a un incontro i primi e a un laboratorio i secondi per scoprire come si fa e quali sono le caratteristiche di sapore, di odore, di colore che riguardano l’olio d’oliva extravergine biologico. La tre giorni bolognese porta anche in Emilia il progetto internazionale BIOLKIDS, il format, tra i primi in Italia, offre percorsi di avvicinamento sensoriale all’ EVO per i giovanissimi formandoli anche sui temi della sana alimentazione e della sostenibilità ambientale attraverso un approccio esperienziale e di approfondimento.

Nel pomeriggio di venerdì 25 alle 17.00 presso La Torinese in P.zza Re Enzo, si insedierà la Giuria d’Onore del premio Biolnovello 2016. Essa sarà composta tra gli altri dai giornalisti e scrittori Daniela Utili, Matteo Alvisi, Mauro Bassini, Duccio Caccioni, Antonio Farnè, Helmut Failoni, Lorenzo Frassoldati e  Alessandro Goldoni.

Il frantoio in piazzetta Pasolini.

Eccoci alla giornata di sabato 26: Biolnovello 2016 e BioMiel entrano nel vivo alla Manifattura delle Arti in via Azzo Gardino 12/C. Si parte con la giuria internazionale del Premio Biolovello e con la conferenza internazionale dedicata all’ apicoltura biologica, per giungere alla procolamazione dei vincitori pevista per la h 12,30. Farà seguito una degustazione di prodotti biologici pugliesi. In piazzetta Pasolini sarà attivo per tutta la giornata un frantoio mobile che consentirà ai visitatori di conoscere dal vivo il processo di produzione dell’olio.

All’insegna dei bambini.

Infine nella mattinata di domenica 27 novembre - sempre alla Manifattura delle Arti – dalle 9.30 in poi è previsto un incontro per conoscere e promuovere l’olio extravergine d’oliva biologico e per saperlo imbottigliare ed etichettare.

Alle 11 e fino all’ora di pranzo, scatterà invece il laboratorio esperienziale per bambini dedicato al miele e all’olio. Sono invitati tutti i bambini tra i 9 e gli 11 anni.

 

Biolnovello a Bologna dal 25 al 27 novembre

Written novembre 21st, 2016
Biolnovello a Bologna dal 25 al 27 novembre

 

programma biolnovello 1

Manifattura delle Arti

Sabato 26/11 h 10:00 – 20:30

Domenica 27/11 h 10:00 – 13:00

VIENI A FARE L’OLIO? Biolnovello porta le olive e il frantoio in piazza, per fare l’olio insieme ai bolognesi

OPEN BAR DELL’OLIO E DEL MIELE

Assaggi golosi e percorsi sensoriali guidati dagli esperti del  Premio Biol, nel pop up bar più buono e più bio della città. Vieni ad assaggiare e a visitare la mostra degli oli e dei mieli in gara …sarà un gustoso giro  intorno al mondo!

PROGRAMMA

VEN 25 NOVEMBRE

h 9:00 – 17:00 @ Crea API – Incontro Giuria Internazionale  BiolMiel

h 9:00 – 11:00 @ Ristorante La Torineseworkshop di sensoriale dell’ olio extravergine d’oliva bio con gli studenti degli Istituti Tecnici Superiori

h 9:00 – 11:00  @ Scuola primaria Viscardi  – BIOLKIDSlaboratorio di analisi sensoriale dell’ olio extravergine d’oliva bio con i bambini delle scuole primarie

h 16:30 – 18:30 @ Ristorante La TorineseBIOL MEDIA incontro per la valutazione sensoriale e delle etichette dei campioni in concorso riservata al mondo dell’informazione

SAB 26 NOVEMBRE

alla Manifattura delle Arti

h 9:00 – 11:00 @ Sala workshop – Incontro Giuria Internazionale Biolnovello

h 11:00 – 12:30 @Foyer – Conferenza su esperienze di apicoltura biologica in Italia e nel mondo

h 12:30 – 13:00 @Foyerincontro per la proclamazione dei vincitori Biolnovello e BiolMiel

h. 13:00 – 14:00 @Foyerdegustazione di prodotti biologici pugliesi

h 15:30 – 17:00

@sala workshop: Corso* di avvicinamento all’analisi sensoriale del miele bio

@foyer: Corso* di avvicinamento all’analisi sensoriale dell’olio extravergine d’oliva

h 17:30 – 19:00

@sala workshop: Corso* di avvicinamento all’analisi sensoriale del miele bio

@foyer: Corso* di avvicinamento all’analisi sensoriale dell’olio extravergine d’oliva

con apericena bio

DOMENICA 27 NOVEMBRE

alla manifattura delle Arti

h 9:30 – 11:00

@Foyer incontro di informazione e promozione dell’ olio extravergine d’oliva bio

@Sala workshop workshop sull’etichettatura dell’olio extravergine d’oliva bio

11:00 – 12:30

BIOLKIDS!

@sala workshop: corso di avvicinamento all’analisi sensoriale del miele bio per bambini dai 9 agli 11 anni

@foyer :  corso di avvicinamento all’analisi sensoriale dell’olio extravergine d’oliva bio per bambini dai 9 agli 11 anni

 

*Prenotazione dei corsi su www.eventbrite.com……..

 

 

 

Partecipa alla III° edizione del BIOLNOVELLO

Written ottobre 13th, 2016
Partecipa alla III° edizione del BIOLNOVELLO

BIOL NOVELLO 2016 – BIOL 2017

Aperte le iscrizioni per la partecipazione alla III° edizione del Premio Internazionale BIOLNOVELLO, rassegna riservata all’olio extravergine di oliva biologica della nuova stagione. Da quest’anno sarà possibile partecipare ai concorsi BIOLNOVELLO E BIOL compilando sul nostro sito web una sola scheda di iscrizione http://premiobiol.it/scheda-di-iscrizione/  e partecipare con gli stessi campioni. In alternativa, il produttore potrà inviare un differente campione per il Premio Internazionale BIOL 2017.

Il nuovo regolamento, modalità e costi di partecipazione sono presenti sul nostro sito http://premiobiol.it/regolamento/.

 

 

Per ulteriori info 0805582512
info@premiobiol.it 

Consegnati a Roma dal vice ministro Olivero i Premi Biol

Written luglio 17th, 2016
Consegnati a Roma dal vice ministro Olivero i Premi Biol

Epilogo della XXI edizione, che a marzo ha visto in gara a Lecce 401 extravergini di 16 Paesi

      Consegnati a Roma dal vice ministro Olivero i Premi Biol

Al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali la cerimonia finale del concorso internazionale per oli biologici. Presentata la Guida mondiale degli extravergini bio 

“I Premi Biol sono riconoscimenti importanti, certificano la grande qualità e l’eccellenza degli oli biologici: oltre che essere un vanto per il nostro Paese, nel mondo rappresentano produzioni di alto valore alimentare”. Così il vice ministro alle Politiche Agricole e Forestali Andrea Olivero, alla cerimonia di premiazione del XXI Premio Biol, tenutasi a Roma, nella Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura. Scranni riempiti da produttori, operatori e stakeholder, italiani ed esteri, per i riconoscimenti del concorso internazionale riservato agli extravergini biologici organizzato dal C.I.Bi. e promosso da Camera di Commercio di Bari e Regione Puglia – Assessorato all’Agricoltura, epilogo della kermesse che a marzo ha visto per quattro giorni in gara a Lecce 401 oli di 16 Paesi.

A consegnare i premi, il coordinatore del Biol Nino Paparella, che ha espresso grande soddisfazione per “La dimostrazione di stima del vice ministro e di tutto il suo entourage, particolarmente colpiti dalla qualità del Biol e dal seguito che è in grado di muovere”.

La cerimonia è stata aperta da un minuto di raccoglimento per le vittime del disastro ferroviario in Puglia, motivo che ha trattenuto in Puglia l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo Di Gioa, come ha lui stesso spiegato in un toccante messaggio di saluto inviato per l’evento.

Durante l’incontro, a ritirare i premi principali assegnati dalla Giuria internazionale sono stati i produttori dei due oli ex aequo sul gradino più alto del podio: Filippo Alampi per l’olio fiorentino “Guadagnolo” della Fattoria Ramerino, e i fratelli andalusi Vañó per il “Picual” dell’azienda Castillo de Canena (primo olio biodinamico – certificato Demeter – a vincere il Biol). Per entranbi una particolare opera dell’ecodesigner barese Semmy Marziliano: un blocco lavorato di un olivo di circa 250 anni – parte di una branca più grande spezzatasi per cause naturali nell’area tra Gallipoli e Nardò.

Un manufatto in legno anche per il terzo posto, andato al pugliese Savino Agresti per l’“Eccelso” dell’azienda andriese Agrolio; per il vincitore del Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e marketing), lo spagnolo “Soleae” dalla caratteristica etichetta anche in braille; per il vincitore del BiolKids (progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio di oli bio ha coinvolto in sette regioni oltre 1.300 ragazzi di 27 scuole primarie), ossia il greco “Olvia”; e pergamene per i tanti vincitori, infine, dei Biol Territorio, eccellenze per aree geografiche italiane ed estere (dettagli su www.premiobiol.it).

Nell’occasione è stata illustrata in anteprima l’ultima edizione della Guida mondiale dei migliori extravergini bio, con schede e profili sensoriali dei vincitori e degli oli aggiudicatisi le Medaglie Extragold: di fatto, una summa del panorama bio-olivicolo mondiale, che sarà poi presentata anche nelle principali fiere internazionali, dal BioFach di Norimberga al Sana di Bologna.

Il Premio Biol è patrocinato da Ministero delle Politiche Agricole e Forestali , Ifoam, AgribioMediterraneo, Associazione BiolItalia e Consorzio Puglia Natura.

 

 

 

13 luglio a Roma le premiazioni Biol 2016

Written giugno 21st, 2016
13 luglio a Roma le premiazioni Biol 2016

 

La XXI edizione a marzo ha visto in gara a Lecce 401 oli di 16 Paesi
Olio biologico, il 13 luglio a Roma le premiazioni Biol 2016

Cerimonia del concorso internazionale al Minisitero dell’Agricoltura, col vice ministro Olivero. Nell’occasione sarà presentala la Guida mondiale degli extravergini bio  

Si terrà il 13 luglio a Roma, nella Sala Cavour del Ministero dell’Agricoltura (via XX Settembre, 20; ore 11), la consegna dei riconoscimenti del XXI Premio Biol, il concorso internazionale per gli extravergini biologici organizzato dal CIBi e promosso da Camera di Commercio di Bari e Regione Puglia – Assessorato all’Agricoltura. L’epilogo, dunque, della kermesse che a marzo ha visto per quattro giorni in gara a Lecce 401 oli di 16 Paesi, assieme a mostra degli oli in concorso, due seminari di studio, visita per gli stakeholders ai territori rurali locali e una mostra-mercato della sostenibilità.

Alla cerimonia parteciperanno il vice ministro Andrea Olivero, l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo Di Gioia e il coordinatore del Premio Biol Nino Paparella .

Ad essere premiati saranno i vincitori individuati in Salento dalla Giuria internazionale composta da 25 esperti provenienti da 11 Paesi (Italia, Germania, Slovenia, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Spagna, Tunisia, Usa, Cile e Siria). Ricordiamo la classifica, a cominciare dai due oli ex aequo sul gradino più alto del podio: il fiorentino “Guadagnolo” della Fattoria Ramerino, e l’andaluso “Picual” dell’azienda Castillo de Canena (che tra l’altro è il primo olio biodinamico – certificato Demeter – a vincere il Biol). I due produttori riceveranno un’opera molto particolare, dell’ecodesigner barese Semmy Marziliano: un blocco di un olivo di circa 250 anni – parte di una branca più grande spezzatasi per cause naturali nell’area tra Gallipoli e Nardò – la cui lavorazione è stata avviata live dall’artista al Museo Must, durante la manifestazione di marzo.

Pergamene per tutti gli altri: per il terzo posto, andato al pugliese “Eccelso” dell’azienda andriese Agrolio; per il vincitore del Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e marketing), lo spagnolo “Soleae” dalla caratteristica etichetta anche in braille; per il vincitore del BiolKids (progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio di oli bio ha coinvolto in sette regioni oltre 1.300 ragazzi di 27 scuole primarie), ossia il greco “Olvia”, risultato il preferito dal baby panel che ha affiancato i giurati senior per assegnare il riconoscimento; e per i tanti vincitori, infine, dei Biol Territorio, eccellenze per aree geografiche italiane ed estere (dettagli online su www.premiobiol.it).

Nell’occasione sarà presentata in anteprima l’ultima edizione della Guida mondiale dei migliori extravergini bio, con schede e profili sensoriali dei vincitori e degli oli aggiudicatisi le Medaglie Extragold: di fatto, una summa del panorama bio-olivicolo mondiale, che sarà poi presentata anche nelle principali fiere internazionali, dal BioFach di Norimberga al Sana di Bologna.

Il Premio Biol è patrocinato da Ministero delle Politiche Agricole, Ifoam, AgribioMediterraneo, Associazione BiolItalia e Consorzio Puglia Natura.

 

 

Ufficio Stampa: Fabio Nardulli – 339 1307311 – stampa@premiobiol.it