BiolKids

Il Biolkids per il gran finale Biol

Written marzo 14th, 2014
Il Biolkids per il gran finale Biol

Il 21 baby giuria ad Andria e “Laboratori della terra e del villaggio sostenibile” con 600 ragazzi a Castel del Monte, scenario della proclamazione dei vincitori del Biol

Anche quest’anno sarà all’insegna dei ragazzi e dello sviluppo sostenibile la spettacolare giornata conclusiva del Biol, in programma venerdì 21 marzo. Protagonista sarà infatti il BiolKids – progetto promosso con l’assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, il prezioso supporto del Gal Le Città di Castel del Monte e in collaborazione con l’Acu – che da febbraio ha previsto percorsi formativi e laboratori di assaggio degli oli bio per gli alunni (e seminari per docenti e insegnanti) di 26 quarte e quinte classi di scuole primarie delle sei province pugliesi e – novità di quest’anno – anche sette classi calabresi, sarde e liguri, coinvolgendo in tutto 800 ragazzi.

“Il Gal Le città di Castel del Monte – spiega il suo presidente Nicola Giorgino – sposa il progetto con entusiasmo per essere al  passo con un futuro che parla di rispetto, valori tradizionali e sostenibilità”. Sulla scia, il direttore del Gal Paolo De Leonardis: “Un evento di qualità che guarda ad un panorama più ampio, che parla al mondo, nella prospettiva qualitativa del recupero di un corretto rapporto tra uomo e produzione. Biol è questo e molto di più,  se si pensa all’attenzione dedicata al mondo dei più piccoli in Biolkids”.

Dunque, la giornata BiolKids partirà alle 9 all’Oratorio, dove 30 minigiurati affiancheranno gli esperti del panel senior per individuare l’olio in gara più affine ai giovani palati. Poi raggiungeranno alle 11 Castel del Monte, dove dalle 9 ben 600 scolari animeranno “I laboratori della terra e del villaggio sostenibile” allestiti all’Altro Villaggio dei Padri Trinitari, alle pendici del Castello: fino alle 15, si alterneranno i laboratori le attività – a cura di Masseria dei Monelli, Sibilla Potenza e IISS “E. Di Savoia” di Bari – che accoglieranno i ragazzi delle 26 classi pugliesi e i rappresentanti di quelle calabresi, sarde e liguri, all’insegna dei laboratori Le EcoBombe, Mi porto l’orto, Facciamo le Intorchiàte, Le foglie d’olivo, Lo spaventapasseri… no, Il telaio umano, I portapensieri BiolKids, Incorniciamo la natura e i laboratori di analisi sensoriale con i Gustodesk.
Le attività saranno poi sospese per il grande corteo, con animazioni del Trio di Biolmusici, che alle 11.30 porterà bambini e docenti al piazzale del Castello, per la proclamazione degli oli vincitori del Premio Biol. Per i bambini la giornata proseguirà con il bio pranzo BiolKids a base di un primo piatto e frutta, e la ripresa dei laboratori.

Scuole partecipanti
I° Circolo Didattico “Guglielmo Oberdan” – Andria (BAT) – 4 classi
Istituto comprensivo “Mazzini-Modugno” – Bari – 4 classi
I° circolo didattico “G.Mazzini” – Gioia del Colle (Bari) – 2 classi
Scuola Statale Primaria e dell’Infanzia “San Giovanni Bosco” – Foggia – 4 classi
Istituto Comprensivo Statale “Dante Alighieri” – Villa Castelli (Brindisi) – 4 classi
Istituto Comprensivo “Tricase – Via Apulia” di Tricase (Lecce) – 4 classi
Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Palagiano (Taranto) – 2 classi
Istituto Comprensivo Statale “G.Marconi” – Martina Franca (Taranto) – 2 classi
Istituto Comprensivo Statale di Cuglieri (Oristano) – 1 classe
Scuola primaria di Camporosso Mare (Imperia) – 1 classe
Scuola primaria di Camporosso Capo (Imperia) – 1 classe
Plesso scuola primaria “Don Francesco Vecchio”(Cosenza) – 1 classe
Scuola primaria Istituto Comprensivo “Alighieri” plesso “Don Mauro”(Crotone) – 1 classe
Convitto nazionale statale “G.Filangeri” (Vibo Valentia) – 1 classe
I.C.S. “Rita Pisano”(Vibo Valentia) – 1 classe

 

Sponsor locali BiolKids 2014

PALAGIANO:
Slow Food Mare e Gravine (per il materiale biodegradabile utilizzato durante l’incontro con i genitori); Azienda agricola biologica “Marco Campobasso” (fornitrice degli agrumi bio per la degustazione).

BRINDISI-VILLA CASTELLI:
Masseria Bioagrituristica Sciaiani Piccola, Frantoio Biologico Ligorio srl.

FOGGIA:
Agribio D’Apolito di San Giovanni Rotondo
Az. Agricola Masseriola di Ascoli Satriano
Olearia Clemente di Manfredonia

 

In foto, i ragazzi del BiolKids dell’anno scorso

Con le premiazioni Biol, presentata a Milano la Guida mondiale degli oli

Written maggio 22nd, 2013
Con le premiazioni Biol, presentata a Milano la Guida mondiale degli oli

Una summa dell’olivicoltura internazionale, con schede dettagliate sui migliori oli biologici al mondo. In due parole, un prezioso vademecum per operatori, aziende e consumatori attenti alla qualità dei prodotti. E’ la nuova “Guida ai migliori oli extravergini di oliva biologici del mondo 2013”, l’unica nel settore, edita dal Premio Biol, il concorso-evento che ogni marzo si tiene ad Andria, in Puglia. La pubblicazione è stata presentata in anteprima al Tuttofood di Milano, in occasione delle premiazioni del Biol.

Patrocinata da Ministero delle Politiche agricole, Regione Puglia – Assessorato all’Agricoltura, Città di Andria, Ifoam, AgriBio Mediterraneo, CiBi, la tradizionale guida annuale del Biol, oltre a tutti i vincitori dell’ultima edizione – a cui hanno partecipato nella sola fase finale 350 oli da tutti i continenti -, comprende un capitolo introduttivo su come riconoscere l’olio (a partire dall’acidità), seguito dalla corposa sezione sui migliori extravergini bio dell’annata – quest’anno 174 oli – presentati per aree geografiche in singole schede. Queste ultime offrono tipo di cultivar, il profilo aromatico con il peso delle componenti fruttato-amaro-piccante, i risultati dell’analisi sensoriale, foto del prodotto e tutti i riferimenti aziendali. Il quadro completo degli strumenti, dunque, per scegliere l’olio in base ai propri gusti.

Tutti i dati sono frutto di un grande lavoro di raccolta e selezione delle giurie territoriali e della giuria internazionale del Biol (in tutto 10 panel con oltre 100 esperti assaggiatori) e di valutazioni della qualità – supportate da analisi chimiche e organolettiche – in base ai più elevati standard riconosciuti a livello internazionale. La Guida può essere richiesta scrivendo a info@premiobiol.it.

Le premiazioni Biol 2013 – Le targhe sono andate all’extravergine “Titone Dop Valli Trapanesi” dell’azienda Titone di Trapani, classificatosi primo, seguito dal fiorentino “Byodo Collezione Andrea” prodotto dalla Pruneti, e da un altro siciliano, il siracusano “Terraliva” dell’Azienda Frontino. Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e consumo) allo spagnolo “LA Organic”, dalla caratteristica forma a calamaio. Premio BiolKids, assegnato dalla giuria dei bambini, allo sloveno “Morgan”. Riconoscimenti territoriali anche per gli oli contraddistintisi per l’eccellente qualità.
Le targhe sono state consegnate dal coordinatore del Biol Nino Paparella, da Marco Sciarrini e Teresa De Matthaeis del Mipaaf e dall’assessore Benedetto Miscioscia del Comune di Andria e daò coordinatore della Giuria Biol Alfredo Marasciulo.

Online l’elenco ufficiale di tutti i vincitori

Written marzo 20th, 2013
Online l’elenco ufficiale di tutti i vincitori

Con la proclamazione dei vincitori, il Premio Biol archivia il suo XVIII concorso.
Anche questa edizione è stata un successo, per tanti motivi: per il numero e la qualità degli oli partecipanti, 360 da 15 Paesi; per la Giuria internazionale, sempre più qualificata e allargata a nuovi Paesi; per l’allestimento della Mostra degli oli; per l’interesse suscitato dai temi del convegno internazionale, seguito da una platea gremita di operatori; per la corposità del progetto BiolKids, che quest’anno ha coinvolto scuole di tutte le province pugliesi e anche della città bavarese di Maisach; per la ricchezza – anche scenografica – della giornata conclusiva, che ha coinvolto oltre 600 bambini a Castel del Monte, impegnati nei Laboratori della Sostenibilità (foto). E ancora, per l’attenzione con cui è stato seguito dalla stampa; per l’alto profilo dei partner, per la qualità dell’intera macchina organizzativa.

Ma i protagonisti del tutto, restano loro, gli oli biologici: chiudiamo, dunque, segnalando la pagina in cui trovare tutti i vincitori, con le aziende a cui sono state assegnate le Extragold e Gold Medal  e le Silver Medal.

In foto, il vincitore assoluto del Biol 2013: l’extravergine “Titone Dop Valli Trapanesi” dell’azienda Titone di Trapani.

Un grazie a tutti i partner del BiolKids

Written marzo 15th, 2013
Un grazie a tutti i partner del BiolKids

Archiviati il BiolKids e il XVIII Premio Biol, un doveroso ringraziamento a chi ha fortemente creduto nelle finalità didattiche del progetto BiolKids, profondamente legate allo sviluppo delle persone e del nostro territorio. Per questo lo staff ringrazia gli Enti che, con la propria sensibilità e con il supporto economico, hanno sostenuto l’afflusso dei 600 bambini a Castel del Monte: a cominciare dalla Regione Puglia, Assessorato alle Risorse Agroalimentari, perchè nel finanziare il BiolKids ne ha sostenuto la realizzazione e la crescita. E con essa Provincia di Foggia, Assessorato Agricoltura; GAL “Terre di Murgia”; GAL “Capo S.Maria di Leuca”; Comune di Gioia del Colle (Ba); Comune di Ortelle (Le); Città di Tricase (Le); Città di Spongano (Le).
E un caloroso grazie alle aziende del territorio che hanno contribuito alle sedute di assaggio destinate sia ai genitori e docenti sia ai giovani assaggiatori, fornendo i propri prodotti e consentendo anche la promozione degli oli tipici del territorio di appartenenza: Azienda Agricola “Gli Ulivi” di Balivo Cesarea, Tricase (Le); Azienda agricola “Masseria Stali” di Piccinno Pantaleo, Lecce; Masseria Bioagrituristica Sciaiani Piccola di Elia Marco Lorenzo, Villa Castelli (Br); Frantoio Ligorio, Villa Castelli (Br); Panificio San Lorenzo, Villa Castelli (Br); Azienda “Agribio” di D’Apolito Domenico, San Giovanni Rotondo (Fg); Azienda Agricola “Masseriola”, Ascoli Satriano (Fg).
È con piacere, dunque, che si è registrato l’interesse di un partenariato sia pubblico sia privato, sperando che queste siano le basi per collaborazioni e coinvolgimenti futuri.

Olio biologico, il trapanese “Titone Dop” vince il Premio Biol

Written marzo 15th, 2013
Olio biologico, il trapanese “Titone Dop” vince il Premio Biol

Gli oli italiani ai vertici dell’annata olivicola biologica mondiale. E’ l’extravergine “Titone Dop Valli Trapanesi” dell’azienda Titone di Trapani, infatti, a vincere il XVIII Premio Biol: lo sancisce il principale verdetto della kermesse internazionale riservata ai migliori oli bio, che da ormai 18 anni assegna in Puglia i più importanti riconoscimenti mondiali del settore. Il “Titone” – già in passato vincitore della manifestazione – è risultato il migliore assoluto dell’ultima annata tra i 360 oli in gara giunti da 15 Paesi. Quindi, con scarti minimi, altri due italiani: il fiorentino “Byodo Collezione Andrea” prodotto dalla Pruneti, seguito da un altro siciliano, il siracusano “Terraliva” dell’Azienda Frontino. Ad aggiudicarsi il Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e consumo) lo spagnolo “LA Organic”, dalla caratteristica forma a calamaio. Premio BiolKids, assegnato dalla giuria dei bambini, allo sloveno “Morgan”.

Ottima qualità per gli oli di casa: il premio Biol Puglia va al “Piantatella” dell’omonima azienda di Statte, mentre il “Tenuta Arcamone” prodotto a Bitritto da De Carlo si aggiudica il riconoscimento tematico per la miglior coratina. Entrambi si sono classificati tra i primi dieci, fascia in cui hanno spiccato anche oli esteri come il portoghese “Risca Grande” e lo stesso sloveno “Morgan”. L’elenco completo di tutti i riconoscimenti territoriali e delle menzioni online su www.premiobiol.it.

La proclamazione dei vincitori è avvenuta oggi a Castel del Monte, con l’intervento tra gli altri dell’assessore alla Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli, del sindaco di Andria Nicola Giorgino e dell’assessore all’Innovazione agricola della Provincia di Bari Franco Caputo, in una spettacolare cornice formata dai 600 bambini del BiolKids: progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio degli oli bio ha coinvolto 24 classi delle scuole primarie di tutte le province pugliesi e anche i coetanei di Maisach, in Baviera, formando un baby panel che in mattinata ha affiancato i giurati internazionali per assegnare l’olio più piacevole per i giovani palati.

“La giuria internazionale  – ha dichiarato il coordinatore del Biol Nino Paparella – ha rilevato come la qualità degli oli bio migliori di anno in anno, con eccellenze in grado di superare gli oli tradizionali. Da segnalare l’ottima qualità dei fruttati: sempre più verdi, ricchi e profumati. Un buon olio bio, ormai, si può fare dappertutto, sia con varietà difficili sia in aree climatiche non avvantaggiate”. I vincitori e i circa cento oli aggiudicatisi le Medaglie d’Oro e d’Argento saranno pubblicati nel tradizionale Catalogo del Biol, poi presentato alle principali fiere internazionali, dal BioFach di Norimberga al Sana di Bologna.

Si chiude dunque la kermesse organizzata dal CiBi, che tra sessioni della Giuria internazionale, il convegno sull’olio bio come fattore di sviluppo locale integrato – col suo focus sulle crescenti opportunità dei mercati emergenti in India, Cina, Brasile e Usa – le mostre degli oli in concorso e delle ceramiche tradizionali olivicole, per tre giorni ha reso Andria epicentro internazionale del movimento olivicolo biologico.

Il Premio Biol è patrocinato da Ifoam e AgriBio Mediterraneo e promosso da Regione Puglia - Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, Unioncamere Puglia, Camera di Commercio di Bari, Città di Andria e Provincia di Bari, in collaborazione con Gal Le Città di Castel del Monte, Gal Murgia Più, Associazione BiolItalia, Consorzio Puglia Natura.

Domani gran finale con 600 bambini a Castel del Monte per la Giornata BiolKids

Written marzo 14th, 2013
Domani gran finale con 600 bambini a Castel del Monte per la Giornata BiolKids

Domani gran finale del Premio Biol, con Castel del Monte invaso da 600 bambini all’insegna dell’olio biologico e del consumo sostenibile, in occasione della 50a Giornata Mondiale dei Consumatori. E’ dedicata dunque alle generazioni future del BiolKids, la chiusura della XVIII edizione della kermesse concorsuale organizzata dal CIBi, che da mercoledì sta rendendo Andria capitale mondiale dell’olivicoltura biologica.

Conclusi oggi i lavori della Giuria internazionale, coordinata dal capo panel Giorgio Cardone: i 27 esperti (provenienti anche da Gran Bretagna, Spagna, Grecia, Germania, Tunisia, Usa, Giappone, India e Cina) hanno valutato i finalisti tra gli oltre 350 oli provenienti da 15 Paesi, sullo sfondo della tradizionale mostra internazionale degli oli allestita all’Oratorio Salesiani.

Archiviato anche il convegno internazionale “Olio di oliva biologico come fattore di sviluppo locale integrato”, col suo focus sulle crescenti opportunità dei mercati emergenti in India, Cina, Brasile e Usa, ci si concentra ora sulla spettacolare giornata conclusiva di domani, venerdì 15, incentrata appunto sul BiolKids. Quest’ultimo è un progetto promosso con l’assessorato alle Risorse Agroalimentare della Regione Puglia, che da gennaio ha previsto percorsi formativi e laboratori di assaggio degli olio bio per gli alunni (e seminari per docenti e insegnanti) di 24 quarte e quinte classi delle scuole primarie di tutte le province pugliesi e – novità di quest’anno – anche della città bavarese di Maisach.

Dunque, la Giornata BiolKids partirà alle 9 all’Oratorio, dove 26 minigiurati italo-tedeschi affiancheranno gli esperti del panel senior per individuare l’olio in gara più affine ai giovani palati. Poi raggiungeranno alle 11 Castel del Monte: qui ben 600 scolari animeranno “I laboratori della terra e del villaggio sostenibile” allestiti all’Altro Villaggio dei Padri Trinitari, alle pendici del Castello: fino alle 15, si alterneranno i laboratori Bomba dei fiori, Seminiamo c’czell, Facciamo le inforchiate, il Telaio umano, il laboratorio di analisi sensoriale del GustoBus e le animazioni del Mosaico BiolKids (il tutto in collaborazione con Masseria dei Monelli, Sibilla Potenza, gli istituti “Majorana” di Bari e “Colasanto” di Andria).

Infine, dopo uno spettacolare cerchio umano dei bambini attorno al maniero, alle 12 la proclamazione degli oli vincitori della XVIII edizione. Parteciperanno, tra gli altri, l’assessore alla Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli, il sindaco di Andria Nicola Giorgino, il presidente Cia Puglia Antonio Barile e il coordinatore del Biol Nino Paparella. A seguire, inaugurazione della mostra sulle ceramiche tradizionali sull’olio e l’ulivo del maestro Ugo La Pietra – visitabile sino al 30 marzo – organizzata col Gal Le Città di Castel del Monte.

Il Premio Biol è patrocinato da Ifoam e AgriBio Mediterraneo e promosso da Regione Puglia - Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, Unioncamere Puglia, Camera di Commercio di Bari e Città di Andria, in collaborazione con Gal Le Città di Castel del Monte, Gal Murgia Più, Associazione BiolItalia, Consorzio Puglia Natura.

L’elenco dei baby-giurati BiolKids

Written marzo 12th, 2013
L’elenco dei baby-giurati BiolKids

Scarica il file con i nomi dei bambini pugliesi e tedeschi individuati nell’ambito del progetto (in foto, un momento dei laboratori ad Altamura) per far parte della minigiuria.

Elenco Baby giurati e accompagnatori

Concluso il BiolKids a Villa Castelli

Written marzo 11th, 2013
Concluso il BiolKids a Villa Castelli

Si è conclusa il 2 marzo 2013 la formazione BiolKids nel territorio di Villa Castelli (Brindisi). Circa 50 i partecipanti all’incontro inaugurale genitori-docenti e 90 i bambini beneficiari della formazione teorico-pratica. L’iniziativa, curata per il territorio brindisino dal prof.  Felice Suma,  adesso guarda alla Giornata BiolKids del 15 marzo a Castel del Monte a cui parteciperanno tutte le classi coinvolte. Biolkids è una manifestazione che rientra nell’ambito del Premio Biol, un concorso per i migliori oli biologici del mondo. In questo caso una giuria formata da esperti internazionali e da alunni di varie scuole della Puglia attribuiranno il premio specifico.
Oltre all’entusiasmo del dirigente prof. Luca Di Presa, delle docenti, dei genitori, dei bambini delle classi VA – VB – VC – VD,  BiolKids ha attratto l’interesse anche di un partenariato privato costituito  dall’azienda masseria bioagrituristica Sciaiani Piccola e dal Frantoio Ligorio che hanno fornito gli oli Dop e Bio tipici del territorio, sia per il laboratorio di assaggio durante la formazione in aula sia per l’evento genitori-docenti. In quest’ultimo il presidente del CIBi – Consorzio Italiano per il Biologico, Nino Paparella -  insieme al referente territoriale e al dirigente dell’Istituto, hanno fornito i primi rudimenti sulle tecniche di analisi sensoriale dell’olio extravergine d’oliva bio.
Nella fase pratica gli alunni si sono cimentati con le tecniche di assaggio dell’olio mediante analisi sensoriale, olfattiva  e gustativa, compilando apposita sceda di valutazione. Il livello di interesse e partecipazione è stato decisamente alto. Alcuni di loro hanno persino individuato particolari attributi positivi, quali la mandorla nella nostra Ogliarola Salentina e il carciofo nella Coratina. Forti e rumorose emozioni suscitava la scoperta di percezioni  quali l’amaro e il piccante.
Molto apprezzato dalle insegnanti Palma Parisi, Palma Fumarola, Rosa Pugliese, Rosaria Ligorio, Filomena D’Urso e Pina Montonato il metodo di educazione al  gusto mediante l’uso guidato dei sensi.
Ciò dimostra che, a partire dai più giovani, si può sviluppare un interessante percorso di educazione alla tutela dell’ambiente e all’alimentazione, valorizzando le nostre produzioni tipiche  e biologiche, per riappropriarci dei nostri saperi  e sapori.
Infine, ciò che ha soddisfatto maggiormente gli alunni: l’assaggio finale di pane e olio, due pilastri antichissimi ma ancora attuali della dieta mediterranea.

Il BiolKids e la Giornata Mondiale del Consumatore

Written marzo 5th, 2013
Il BiolKids e la Giornata Mondiale del Consumatore

Se il tema portante del convegno Biol del 14 marzo è la produzione e la  commercializzazione dell’olio d’oliva biologico, al centro del BiolKids c’è il suo consumo e la capacità di riconoscerne le caratteristiche intrinseche come forma di tutela della salute, del benessere e dell’ambiente.
E’ dunque di stampo consumeristico la matrice che anima la giornata finale del 15 marzo a Castel del Monte e l’intero percorso formativo avviato a gennaio, finalizzato a generare nei consumatori di domani comportamenti orientati al consumo consapevole.
La scelta della data del 15 marzo, infatti, non è casuale in quanto è la Giornata Mondiale dei Consumatori, di cui quest’anno ricorre il 50° anniversario: un appuntamento fisso per fare il punto sulle tutele dei diritti del consumatore. BiolKids, insieme al Premio Biol, vuole dare un incipit anche su questi temi, e su come il bambino-consumatore da un verso indica quale sarà l’approccio al consumo del futuro, dall’altro orienta in modo significativo i consumi dell’intero nucleo familiare.
La scelta della data e il progetto stesso  trovano quindi senso nella celebrazione che J. F. Kennedy fece il 15 marzo del 1962 al Congresso Americano per annunciare al mondo il riconoscimento di 4 diritti fondamentali dei consumatori, poi negli anni successivi integrati con altri 5 fino a comporre Le Linee Guida della protezione dei consumatori elaborate nel 1985 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (documento poi attualizzato nel 1999). Da questo punto di partenza si arriva al Diritto alla Salute che la Carta Costituzionale Italiana disegna come ”diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività”.
In questo quadro il BiolKids nasce nel 2006 e cresce, rafforzandosi negli anni, per descrivere ai consumatori di domani comportamenti di consumo consapevole e sostenibile e per educare anche il loro palato all’utilizzo responsabile di un bene primario per nostra dieta come l’olio d’oliva.
Non a caso il percorso didattico mira a parlare di cibi sani, modalità responsabili di consumo, ma anche della produzione biologica come buona prassi per la tutela della salute dell’individuo e dell’ambiente. Il tutto con nozioni sulle tecniche di analisi sensoriale dell’olio d’oliva per generare consapevolezza sia al momento dell’acquisto sia del consumo. Si pensi all’utilizzo di un olio d’oliva con buone proprietà organolettiche e dal sapore gustoso che, per esempio, può fare bene all’organismo grazie alla presenza di polifenoli, e alla possibilità di insaporire il pasto anche con una quantità minima. O all’utilizzo dell’olio d’oliva come emolliente e lenitivo, impedendo il ricorso a creme a base di cortisone.

Conclusa ad Andria la formazione dei giovani assaggiatori

Written febbraio 26th, 2013
Conclusa ad Andria la formazione dei giovani assaggiatori

Conclusa anche ad Andria, presso il I°Circolo Didattico “G. Oberdan” la formazione dei giovani assaggiatori BiolKids, riuniti in un gruppo classe di circa 100 bambini delle classi VA, VC, VD e VG.
La formazione, guidata nella prima parte, teorica, da Nico Panaro e nella seconda, pratica, da Emilia Giungato, esperti BiolKids dell’area BAT, ha toccato i momenti di maggior interesse quando si è parlato, nella parte teorica, delle sane abitudini legate all’alimentazione e alla tutela dell’ambiente (come il riciclo di materia  organica con la tecnica del compostaggio) e nella parte pratica delle percezioni di fruttato, amaro e piccante della prova di assaggio.
Le “lezioni andriesi”, come ogni anno accompagnate anche dal coordinatore BiolKids Vincenzo Cannone, rappresentano una buona prassi in materia di formazione ai bambini sul tema dell’agroalimentare, consolidando ormai un’esperienza che si perpetua fin dalla prima edizione nel 2006. Non a caso, infatti, copiosa anche la partecipazione all’evento tenuto con i genitori e i docenti da Nino Paparella, presidente del C.I.Bi, Benedetto Miscioscia, Assessore al Marketing Territoriale del Comune di Andria insieme alla Vicaria dell’Istituto prof.ssa Maria Delle Noci, all’esperta Giungato e al coordinatore BiolKids Cannone, per illustrare l’iniziativa, gli argomenti e le tecniche di analisi sensoriale oggetto della formazione dei ragazzi.
La sensibilità verso il tema dell’olio extravergine d’oliva biologico e di quanto esso sia una preziosa risorsa per dieta e cultura in tutto il mondo è attestata dal partenariato che l’Amministrazione Comunale di Andria offre all’organizzazione del Premio Biol, concorso internazionale per il miglior olio extravergine d’oliva biologico e cornice generale della Giornata BiolKids 2013 del prossimo 15 marzo.

Per tutte le info vedi la pagina BiolKids nella sezione eventi del nostro sito.