I vincitori del premio internazionale BIOLMIEL 2015

BIOL BOLOGNA premia l’olio d’Abruzzo e i mieli di Romania e Turchia Sul podio anche Sardegna, Calabria, Grecia e Puglia BIOL BOLOGNA ha premiato l’olio italiano e il miele dell’Est Europa. L’evento che riunisce sotto uno stesso “tetto” BIOL NOVELLO, il premio internazionale per l’EVO biologico della nuova stagione, e BIOL MIEL, riconoscimento internazionale per il miglior miele biologico, ha infatti visto primeggiare rispettivamente l’olio dell’Abruzzo e i mieli di Romania e Turchia. Entrambi i premi sono tra i “fratelli minori” del più grande PREMIO BIOL, arrivato a festeggiare quest’anno il suo XX° anniversario. Le due giurie internazionali, composte da più di 20 esperti provenienti da ogni parte del mondo, si sono riunite giovedì 26 e venerdì 27 novembre al CREA API di Bologna e hanno decretato la terna vincente per ogni categoria in gara. Per quanto riguarda Biol Novello, giunto quest’anno alla sua II edizione, fra gli oltre 150 prodotti in gara provenienti dal bacino del Mediterraneo il primo premio è andato a Trappeto di Caprafico, dell’Az. Agricola Tommaso Masciantono in provincia di Chieti (Dop Colline Teatine). Al secondo posto è arrivato Vantu (di Orosei in Sardegna) di Sandro Chisu. Sul terzo gradino del podio si è piazzato Tenute Librandi monocultivar Nocellara del Belice, di Vaccarizzo Albanese in provincia di Cosenza. A Biol Miel per questa IX edizione hanno concorso 190 mieli, di cui 98 italiani e i restanti provenienti soprattutto dalla Grecia (67), e poi Spagna, Germania, Slovenia, Turchia, Romania, Emirati Arabi Uniti e Croazia. Il primo premio per il miglior monoflora biologico è andato al miele di acacia Sc Proecolog Srl prodotto in Romania. Medaglia d’argento per il miele di melata di bosco Haida dalla Grecia e bronzo al miele di melata di pino Melisanthi, anch’esso proveniente dalla Grecia. Per la categoria millefiori si è invece imposto Egricayir dalla Turchia, che ha superato Corfu Beekeeping Vasilakis (Grecia), giunto secondo, e Alveus di Giuseppe Masciulli prodotto a Martina Franca (Taranto), che ha guadagnato la medaglia di bronzo. Si conclude così un’edizione innovativa di BIOL che per la seconda volta, dopo il debutto 2014 alla Reggia di Caserta, ha riunito in una stessa location le eccellenze internazionali dei “re del giallo”, facendo conoscere ai consumatori, ma soprattutto ai tanti giovani e giovanissimi coinvolti nei laboratori, i prodotti biologici di altissima qualità. Biol Bologna 2015 è stato organizzato da Consorzio Cibi, CREA, Conapi e Albo nazionale esperti dell’analisi sensoriale del miele, con il contributo di Buono e Bio e Biolitalia e il patrocinio del Comune di Bologna. Bologna, 28/11/2015

Clicca per visualizzare il CS